Home Progetti FILOSOFARE NEI LUOGHI DEI GRANDI PENSATORI

FILOSOFARE NEI LUOGHI DEI GRANDI PENSATORI

1687
0

Il Fermi al Festival della Filosofia in Magna Grecia per immergersi nella cultura greca

Di A. Pellegrino, M. Mangiacrapa e C. Sarmiento

Anche quest’anno si svolgerà la manifestazione filosofica più conosciuta e stimolante d’Italia. Il Festival della Filosofia in Magna Grecia, che quest’anno si svolgerà a Siracusa, permetterà agli studenti di ampliare e consolidare le proprie conoscenze e competenze in ambito filosofico attraverso dibattiti e molte altre attività che stimolano il pensiero. Gli obiettivi dell’evento si concentreranno nello sviluppare il “pensiero critico” fuori dalle mura accademiche e dalle aule scolastiche per riportare la Filosofia nell’agorà e attivare il processo di ben-essere che aiuta a star bene con sé e con gli altri, capace di rispondere ai bisogni di crescita della persona quali: equilibrio, autonomia, autostima, responsabilità, identità ed empatia. A questo proposito, abbiamo chiesto alla docente di Filosofia Iolanda Riccardi quando ci sarà il Festival e quale sarà il tema: “Quest’anno il Festival della Filosofia durerà dall’8 all’11 Novembre 2017. Noi del Fermi parteciperemo. Il tema centrale dell’evento di quest’anno è ‘Amore e Odio’. Esso consiste in un percorso formativo che unisce le modalità pratiche e artistiche per riflettere su questa tematica filosofica. Questo è un percorso molto interessante ed emozionante. All’interno del Festival ci sono vari laboratori che fanno esprimere i ragazzi in base alle loro attitudini specifiche. Quindi non è necessario essere abili perché ogni allievo costruisce un proprio personale percorso di crescita e di comprensione attraverso le modalità di gioco e le tecniche che di volta in volta il curatore del laboratorio proporrà al gruppo. Quest’esperienza è unica nel suo genere perché coinvolge tanti studenti provenienti da tutta l’Italia. Secondo me è bello questo confronto di idee, questa voglia di esprimersi a più livelli e condividere momenti pieni di emozioni”. La professoressa si interessa a questo Progetto da quando è stato implementato nel nostro Istituto: infatti l’anno scorso è stata con i ragazzi a Matera dove il tema era ‘Uno’ e il percorso filosofico era incentrato sulla unicità dell’essere, ovvero su Parmenide. In ultimo la docente ci ha fornito dei validi motivi per cui uno studente dovrebbe partecipare al Festival: “Il motivo principale è che ogni ragazzo ha la necessità di confrontarsi in un ambito più vasto. Questo Festival in più si inserisce direttamente nei luoghi della filosofia facendo conoscere ai ragazzi i luoghi dove veramente sono vissuti i filosofi”. Abbiamo chiesto anche il parere di uno studente che frequenta la classe V B che dovrà partecipare a quest’iniziativa, Raffaello Ippolito: “Il Festival è un’opportunità che ti offre la scuola e si può vivere in una maniera abbastanza autonoma. Infatti noi ragazzi possiamo scegliere quali attività seguire e a quali concorsi partecipare. Questi sono divisi secondo le diverse passioni dei ragazzi come la musica, il teatro e la fotografia. Consiglierei ad un ragazzo di parteciparvi perché puoi esprimerti con una forma d’arte o con un’abilità restando comunque in tema filosofico”. Il Festival della Filosofia è un evento unico nel suo genere. Il confronto, che è alla base del Festival, è importantissimo per tutti gli studenti. Inoltre l’evento spinge gli adolescenti alla ricerca di un’espressione del proprio essere, seguendo un percorso di scoperta e indagine, con la volontà di ricostruire un’identità individuale e collettiva. Buon divertimento e buon viaggio!