Home Cultura MANAGER DEL FUTURO

MANAGER DEL FUTURO

703
0
CONDIVIDI

A Bari si premiano gli studenti iscritti al modulo di Olympic Games sul management

Di I. Costanzo, M. De Lucia, R. Serra

Sabato 19 maggio gli studenti delle classi quinte, iscritti al modulo di Olympic Games-Project Management, afferente al percorso di alternanza scuola-lavoro giuridico-economico, sono partiti alla volta del Politecnico di Bari, dove si è tenuta la giornata conclusiva del contest interregionale. La padronanza delle tecniche manageriali rappresenta oggi una competenza che, una volta acquisita, è spendibile tutta la vita. Per svolgere qualsiasi attività, che richiede l’organizzazione e la gestione di un progetto, di un processo o di un intero programma, sono infatti indispensabili delle competenze nel campo del management. È dunque in quest’ottica che il PMI – Project Management Institute – in collaborazione con il MIUR, organizza delle sessioni formative tra cui Skills for Life e Olympic Games. Quest’anno il progetto ha coinvolto il Liceo Scientifico Enrico Fermi, l’unico in provincia di Caserta, insieme ad altre 16 scuole campane. Ad introdurre i nostri studenti alla conoscenza delle dinamiche e tecniche dell’organizzazione aziendale moderna, l’ingegnere Pierluigi Trombetti, manager professionista e volontario del PMI. Gli alunni del Fermi hanno partecipato divisi in due diversi team. Alba Martino, studentessa della classe 5G e membro della squadra nominata nella categoria Best Performers, racconta la sua esperienza: “Il Project Management è stata per noi una nuova esperienza, che ci ha dato la possibilità di superare le nostre insicurezze, con la collaborazione e il gioco di squadra. Non avendo mai avuto esperienze in questo campo, avevamo  il timore di non riuscire a raggiungere l’obiettivo finale. Abbiamo dato il massimo e siamo riusciti a superare le difficoltà grazie alla presenza dei professori, ma soprattutto grazie al nostro lavoro in team. È stata personalmente una vera e propria sfida, che volevo superare a tutti i costi! Alla competizione finale siamo rientrati tra i primi 11 e questo è stata la ricompensa per il nostro duro lavoro. Vogliamo ringraziare la nostra scuola per averci dato questa grande possibilità poiché è stata per noi un percorso di crescita”. Affine è l’opinione di un membro dell’altra squadra, Mariapaola Primizia, classe 5B, che afferma: “È stata un’esperienza molto interessante e che consiglierei a tutti i ragazzi che vogliono intraprendere il mio stesso percorso di studi. Non mi aspettavo potesse essere così formativa e stimolante. Ho imparato a mettere in pratica ciò che mi era stato insegnato solo teoricamente”. Sono orgogliosi del risultato raggiunto anche i professori che non solo hanno accompagnato i ragazzi a Bari per la premiazione, ma li hanno seguiti durante tutto il loro percorso di alternanza scuola-lavoro, tra i quali la professoressa Annagrazia Rambone che dichiara: “Questa è stata un’esperienza molto interessante e sicuramente positiva per i nostri ragazzi. Non sono mancate tuttavia delle difficoltà in quanto, per la prima volta, questi si sono approcciati ad argomenti molto complessi non presenti nel proprio curricolo scolastico, nondimeno essi hanno dato il massimo per cercare di superare i propri limiti ed entrambi i Team che hanno partecipato hanno fatto un ottimo lavoro”. Ancora una volta il Liceo Scientifico Enrico Fermi esplora percorsi nuovi per poter dare la possibilità ai suoi studenti di fare esperienze sempre molto formative e stimolanti.