Home Interviste ESPLORANDO LE MENTI DEGLI ELETTI

ESPLORANDO LE MENTI DEGLI ELETTI

146
0
CONDIVIDI

Intervista ai Rappresentanti di Istituto e della Consulta Provinciale

Di M.G. Coppola e R. Liardo

Anche quest’anno, nei giorni 30 e 31 ottobre, sono state indette le elezioni degli studenti sia come Rappresentanti di Istituto sia per la Consulta provinciale. Sono risultati vincitori Lorenzo Iorio, frequentante la classe 3aF per la rappresentanza studentesca nel Consiglio d’istituto, con ben 800 voti, e Mariaclaudia Falco, 4aO, per la rappresentanza della Consulta provinciale, con 1301. Incuriositi abbiamo deciso di porre loro alcune domande riguardo i loro “primi passi” da rappresentanti. Il primo a rispondere è stato Lorenzo al quale abbiamo chiesto la motivazione della sua candidatura nonostante sia ancora in terza e, quindi, molto giovane ed inesperto rispetto agli altri candidati. Ci siamo trovati di fronte ad un ragazzo diligente ed attento alle problematiche che affliggono la nostra scuola che ci ha spiegato il perché del suo interesse verso la “vita politica” e la volontà di far sentire ciascuno studente sicuro ed entusiasta dell’ambiente scolastico. “Sono una persona abbastanza sicura di me – racconta – e sapevo di avere tutte le carte in regola per poter affrontare questa sfida, partendo alla pari degli altri candidati nonostante la mia giovane  età”. Lui stesso ha chiarito come tale fattore non abbia effettivamente influenzato la sua volontà di mettersi in gioco, bensì abbia incrementato l’aspirazione di arrivare tra i primi. La sua candidatura ha infatti inevitabilmente diviso l’opinione comune tra coloro che pensano sia troppo piccolo per poter gestire le problematiche di una scuola intera e coloro che, invece, hanno deciso di dargli fiducia. Così il nostro rappresentante giustifica questa divisione: “Penso che essa sia ovvia, – continua Lorenzo – soprattutto in una scuola che ospita più di 2000 studenti. Mi sembra giusto che non tutti condividano le mie proposte, ma sono grato a coloro che mi hanno dato fiducia e le hanno comprese”. Infatti, gli 800 voti dimostrano come la sua determinazione e volontà di mettersi in gioco siano state ripagate. Alludendo a coloro che pensano sia troppo giovane per poter rappresentare la nostra scuola, chiarisce come non siano né l’età né un bagaglio culturale più ricco a rendere una persona matura e responsabile, ma le convinzioni personali e il pensiero critico che costituiscono la sua personalità. Infatti è esattamente così che si descrive: affidabile e attento ai bisogni degli studenti. Altrettanto determinata ed entusiasta del ruolo che ricoprirà è la prima rappresentante della consulta, alunna di 4aO, che ci ha rivelato alcuni dei suoi obiettivi, confidato le sue speranze e confessato i suoi timori. “Spero di riuscire a risolvere al meglio le problematiche della scuola – racconta Mariaclaudia – ma mi preoccupa che ci siano scuole più disagiate rispetto alla nostra, i cui problemi, quindi, verranno presi maggiormente in considerazione”. La giovanissima rappresentante si è fatta portavoce del motto “ALOUD”, che significa “a voce alta” e si è ripromessa di creare uno spazio dedicato alle idee degli studenti per dare loro voce ed, eventualmente, forma. “Nei quattro anni trascorsi in questo istituto ho sempre visto votare ‘per conoscenza’ e mai ‘per competenza’ – continua Mariaclaudia – questo perché erano le stesse modalità di propaganda a prevederlo, permettendo a soli due studenti su una media di 25 di poter assistere ai discorsi dei candidati. Spero di riuscire a realizzare The Box per dare spazio al singolo studente, anche in forma anonima, per agevolare i più timidi e timorosi”. Qui si conclude la chiacchierata con i due neorappresentanti che hanno in serbo grandi cose per il Liceo e per tutti i suoi studenti e sono piacevolmente fiduciosi nella loro realizzazione.