Home ASL I RAGAZZI DEL FERMI NON HANNO PAURA DELLA FISICA

I RAGAZZI DEL FERMI NON HANNO PAURA DELLA FISICA

52
0
CONDIVIDI

Gli studenti del Liceo Fermi prendono parte alla Giornata Mondiale dei raggi cosmici

Di C. Pondurno, M. De Lucia e G. di Lorenzo

Che cosa sono le particelle cosmiche? Da dove provengono? Che messaggi ci portano? Come possiamo misurarle? Queste sono le domande a cui gli studenti del Liceo Enrico Fermi hanno potuto finalmente attribuire una risposta lo scorso giovedì 29 novembre. Accompagnati infatti dalla Prof.ssa Anna Di Nocera, docente responsabile dell’alternanza scuola-lavoro del ramo di scienze della vita, alcuni alunni delle classi 4°N e 4°M hanno avuto la possibilità di prendere parte, presso il Complesso Universitario Montesantangelo di Napoli, all’International Cosmic Day. Si tratta della giornata mondiale dedicata ai raggi cosmici, raggi ad alta energia che giungono a noi da tutte le parti dello spazio, dal sole, ma anche da galassie estranee alla Via Lattea. L’evento, giunto alla sua 7ª edizione e per la prima volta organizzato anche nella Sezione di Napoli dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, rappresenta la prima tappa di un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro progettato dall’Università Federico II di Napoli e dagli enti INFN e CNR-SPIN, denominato “Dalle nanoparticelle alle astroparticelle”, la cui responsabile è la Dott.ssa Carla Aramo. I ragazzi hanno dunque avuto l’opportunità di entrare in contatto con il mondo della ricerca e della fisica nucleare, partecipando durante l’intera giornata a seminari informativi, incontri e attività laboratoriali dove si sono potuti cimentare in prima persona in esperimenti di diverso genere. In particolare, hanno avuto l’occasione di osservare e misurare il flusso di dati cosmici da un piccolo telescopio, per poi comparare i dati acquisiti con quelli registrati dal telescopio della stazione metro di Toledo, Napoli. Un’opportunità dal respiro internazionale, unica per gli studenti del Liceo, che hanno in seguito sperimentato ciò che avviene in una vera e propria collaborazione mondiale, partecipando ad una videoconferenza con gruppi di ragazzi provenienti dal mondo intero al fine di confrontare i risultati ottenuti. “Sono molto orgogliosa che il Liceo Fermi riesca ad entrare a far parte di questi progetti in cui io credo molto – dichiara la prof.ssa Anna di Nocera – poiché avvicinano i ragazzi alla fisica moderna e a tutte le sue branche, soprattutto quando vengono introdotti agli studenti da ricercatori di alto livello che riescono a coinvolgerli. “La docente ha continuato raccontando dell’esperienza dello scorso anno in questo percorso, dove, con tre classi quarte, il Liceo è riuscito a conseguire il primo posto per “a scuola di astroparticelle”. “Quella di giovedì è stata per noi ragazzi una grande esperienza, prendere parte alCosmic Dayoltre ad essere stata una grande responsabilità è stato al tempo stesso un grande onore – racconta entusiasta Rebecca Cantone, della classe 4°N – il confronto con i ragazzi delle altre parti del mondo è stato sicuramente il momento che ho preferito perché nonostante appartenessimo a diverse culture, avevamo tutti lo stesso obiettivo: voler approfondire, conoscere e migliorare sempre di più.” Questo tipo di esperienze è fondamentale per gli studenti degli istituti superiori, che possono finalmente avvicinarsi a tutte le branche della fisica moderna, considerata sempre troppo distante e troppo complicata per essere affrontata a scuola. Infatti, grazie a questo tipo di eventi, che includono sperimentazioni e attività di laboratorio, i ragazzi si lasciano coinvolgere in prima persona e si interessano a settori che altrimenti non avrebbero avuto la possibilità di conoscere.