Home Lab Giornalismo IL CROSS MEDIAL ALLA NUVOLA DI FUKSAS

IL CROSS MEDIAL ALLA NUVOLA DI FUKSAS

660
0

Gli studenti del Laboratorio Cross Medial alla fiera “Più libri più liberi”

Di T. Guarino, I. Quagliariello e A. De Gaetano

Mercoledì 5 dicembre i ragazzi del Laboratorio Cross Medial del Liceo Fermi hanno partecipato ad un’uscita didattica a Roma, precisamente alla Nuvola di Fuksas, dove si è tenuta la fiera “Più libri più liberi”, dedicata alla piccola e media editoria.Gli studenti sono stati accompagnati dalla prof.essa Annamaria Ruggiero e dalla responsabile esterna del laboratorio Ilenia Menale, giornalista e scrittrice la quale ha avuto l’opportunità di presentare il suo nuovo saggio intitolato “Sul corpo delle donne”. La fiera ha generato molto interesse nei giovani giornalisti del Fermi, che incuriositi hanno dedicato il tempo libero concesso loro per guardare i vari stand della mostra. In tarda mattinata, gli studenti si sono recati sul set della trasmissione “Quante Stori”e, programma condotto da Corrado Augias che, in via del tutto eccezionale, è stato registrato proprio all’interno della Nuvola di Fuksas. Qui i ragazzi hanno assistito alla trasmissione in diretta del programma, che ha visto come temi principali il ruolo del patrimonio artistico nella città di Roma e le difficoltà odierne della metropoli stessa. Ad alcuni di loro è stato concesso di sedere proprio sul set, alle spalle del conduttore e dei vari ospiti della giornata. Augias ha infatti intervistato in diretta su Rai 3, dalle 12:45 circa alle 13:45 , il critico d’arte Flavio Caroli, l’architetta e critica d’arte Claudia Conforti, lo scrittore Aurelio Picca e il produttore cinematografico, regista e scrittore Enrico Vanzina. Durante il programma gli ospiti hanno anche soddisfatto le curiosità degli studenti presenti, come Marinella, caporedattrice della redazione “Progetti” di Parola al Fermi, che ha avuto la possibilità di porre una domanda a Flavio Caroli. La studentessa ha chiesto al critico  quale fra le opere d’arte presenti a Roma è in grado di donargli più emozioni. Caroli  ha subito richiamato il nome di  Caravaggio e in particolar modo le sue opere presenti nella Chiesa di San Luigi dei Francesi. “È stato sicuramente molto emozionante perché comunque ho potuto avere una sorta di discussione con il dottor Caroli che ha risposto in modo esaustivo alla mia domanda” racconta Marinella riguardo alle emozioni provate mentre era sul set. “Quando la nostra direttrice Federica mi ha avvertito che avrei dovuto fare questo intervento in diretta TV ho provato un po’ d’ansia, ma nonostante tutto, nonostante l’emozione e il momento, è stato piacevole”. Ma le emozioni non si sono sentite solo durante la registrazione del programma. È stato interessante, infatti, vedere come si procede alla preparazione di un programma televisivo. Gli studenti hanno assistito alla sistemazione delle telecamere, alla prova dei microfoni e delle luci, si sono divertiti vedendosi inquadrati negli schermi. Sono rimasti affascinati dall’enorme lavoro che si svolge dietro le quinte, dall’enorme quantità di cavi e di console per l’audio, dalla sistemazione del set tra un video-documento e l’altro durante lo svolgimento della puntata. Una volta finito il programma, due ragazzi del cross medial si sono spostati in una camera per andare in onda con Radio Radicale. Tommaso Guarino, capo redattore della redazione ‘laboratorio e sport’, e Federica Petrarca, direttrice, sono stati chiamati e fatti sedere davanti ai microfoni, dietro una scrivania, in compagnia del giornalista Massimiliano Coccia che ha fatto domande sul loro ruolo e chiesto poi di spiegare il lavoro che viene svolto all’interno del Cross Medial; hanno ancora discusso di giornalismo, ovvero cosa significava questo per loro e, secondo la loro opinione, cosa sarebbe dovuto cambiare al suo interno e in generale in tutto il mondo della carta stampata. Dopo aver risposto alle domande, l’intervista completa è poi uscita sul sito stesso di Radio Radicale.