Home ASL LA TUA DONAZIONE PUÒ SALVARE UNA VITA

LA TUA DONAZIONE PUÒ SALVARE UNA VITA

407
0
CONDIVIDI

Gli studenti del Liceo Fermi prendono parte ad un incontro sulla donazione del sangue e del midollo osseo

Di C. Pondurno e G. Di Lorenzo

I risultati di una recente ricerca condotta dall’Associazione Volontari Italiani del Sangue, comunemente conosciuta con l’acronimo AVIS, dimostra che ogni 80 secondi in Italia c’è qualcuno che ha bisogno di sangue ma che purtroppo solamente il 2% della popolazione lo dona. Si intuisce quindi che la donazione del sangue e del midollo osseo è diventato un problema la cui discussione è ormai necessaria al fine di sensibilizzare giovani e adulti a riguardo, i quali non sono neanche a conoscenza del fatto che il prelievo di una piccola parte del loro sangue potrebbe essere indispensabile per la sopravvivenza di un altro individuo. È proprio per questo che lo scorso Lunedì 14 Gennaio, nell’Aula Magna del Liceo Fermi, è stato presentato il Progetto “Un dono per la Vita”, organizzato dall’Avis di Casoria e destinato agli studenti delle classi quarte e quinte dell’Istituto iscritti al ramo di Alternanza Scuola-Lavoro di Scienze Della Vita. L’incontro è stato tenuto da due membri del personale medico dell’Avis, il Dott. Giuseppe Donciglio, Direttore Sanitario dell’Avis di Casoria e la Dott.ssa Rossella Meola, Psicologa e Psicoterapeuta della stessa struttura. I due esperti hanno illustrato agli studenti le varie tappe della donazione del sangue e del midollo osseo. Il primo passo consiste nel consultare un medico, il quale indaga sui requisiti necessari che un donatore deve possedere: se quest’ultimo li rispetta tutti si passa al prelievo vero e proprio del sangue che poi può essere utilizzato per diversi scopi tra cui la trasfusione; Per quanto riguarda il midollo osseo, invece, il percorso è più complesso, in quanto la compatibilità è molto più rara che nel caso del sangue dove vi sono donatori compatibili con tutti gli altri gruppi sanguigni. “L’incontro è stato molto stimolante e i dottori veramente esaustivi – racconta Costanza Martino, studentessa di 4°A – e ci hanno fornito tutte le informazioni necessarie di cui abbiamo fatto richiesta.” La ragazza ha poi continuato raccontando quanto sia stato interessante scoprire tutte le modalità con cui è possibile donare. “Dopo questo seminario credo proprio che donerei il sangue – afferma entusiasta Maria Laura Cimmino, frequentante la classe 4°G – penso sia molto utile e spero che un giorno la mia disponibilità a donare possa salvare delle vite.”  In un periodo in cui i quantitativi di sangue donati presso i Centri Trasfusionali continuano a scarseggiare è necessario che l’informazione arrivi direttamente ai più giovani, motivo per cui il Liceo Fermi di Aversa promuove questo tipo di iniziative. I ragazzi hanno il diritto ed il dovere di conoscere il loro potere con un sacrificio che non gli costa assolutamente nulla se non il viaggio fino al Centro AVIS più vicino. I giovani potrebbero salvare migliaia di persone: il loro sangue è indispensabile alla conduzione di una vita normale o, quantomeno, alla sopravvivenza.