Home Progetti OPEN DAY A PARETE: LA SECONDA SEDE DEL FERMI

OPEN DAY A PARETE: LA SECONDA SEDE DEL FERMI

255
0
CONDIVIDI

È stata inaugurata la nuova sede del Liceo che ospiterà gli alunni dal prossimo anno

Di M. Mangiacrapa e C. Sarmiento

Dal prossimo anno scolastico, il primo piano dell’edificio municipale di Parete ospiterà la sede succursale del Liceo Scientifico Fermi di Aversa. Proprio lì, domenica 13 gennaio, si è tenuto l’Open Day, volto a presentare al pubblico la nuova sede, nata per incontrare l’aumento crescente di iscrizioni effettuate al Fermi. L’evento è stato aperto dall’Architetto Luigi Pellegrino, sindaco della città di Parete, che ha poi rivelato di essere rimasto molto soddisfatto dalla mattinata e colpito dall’atmosfera del Liceo, che pone i propri studenti come protagonisti – come dovrebbe accadere in una scuola moderna, secondo il sindaco. È poi seguito l’intervento della Prof.ssa Adriana Mincione, Dirigente Scolastico, che si è dichiarata fiduciosa nei propri alunni e nel futuro che presto costruiranno. La preside ha poi passato la parola ad alcuni studenti, che hanno illustrato l’offerta formativa del Liceo e parlato, con l’ausilio di prodotti multimediali, degli indirizzi messi a disposizione per chi vuole iscriversi: liceo Scientifico Tradizionale, opzione Scienze Applicate e indirizzo Biomedico, spiegando le differenze tra le materie studiate e i metodi di insegnamento adottati – per esempio, il latino può essere insegnato seguendo il metodo tradizionale o il metodo Orberg. Erano poi presenti i rappresentati dei dipartimenti, che hanno coordinato i propri studenti. All’evento hanno anche partecipato tre studenti del Progetto Cross Medial, che hanno raccontato delle esperienze vissute grazie a questo. La mattinata dell’Open Day è stata un’occasione per ragazzi e genitori di entrare in contatto in anteprima con la realtà liceale del Fermi, ed hanno così potuto ricevere maggiori informazioni su quest’ambiente e avere ogni dubbio chiarito. Uno dei ragazzi che ha ritenuto molto utile questa giornata è Davide Salviati Esposito, studente della scuola media Giovanni Pascoli, il quale ha rivelato di essere stato molto influenzato dalle presentazioni, avendo come riscontro l’aggiunta dell’Istituto a Parete nella lista delle probabili scelte, essendo rimasto impressionato e stupito dalla giornata, a partire dall’organizzazione pe poi finire con le spiegazioni. Un’altra ragazza è Rosalba Capone, studentessa della scuola media Matteo Basile, la quale ha detto che l’Open Day le è servito per confermare con assoluta certezza la scelta che voleva fare, ovvero Liceo Scientifico, indirizzo Scienze Applicate. Questa giornata non è servita solo ai ragazzi indecisi ma anche ai genitori che, in quanto tali, vogliono aiutare i figli a fare la scelta più giusta per il loro futuro. Una dei genitori presenti è la signora Fernanda Ferrara la quale afferma: “Io già conoscevo il Liceo Scientifico e so che questa è un’ottima scuola, quella perfetta per mio figlio”, e continua dicendo che prima dell’iniziativa suo figlio non era tanto convinto di volersi iscrivere lì, dato che ha un fratello maggiore in un altro istituto, ma il suo pensiero si è tramutato in certezza di voler passare i prossimi cinque anni proprio tra quelle mura. Insomma l’idea dell’Open Day è nata per dare la possibilità ai ragazzi di terza media di farsi delle idee su che scuola frequentare. Questa non è una scelta che va fatta a cuor leggero, ma bensì con grande consapevolezza di ciò che si sta facendo, perché è determinante per la vita della persona. La maggior parte dei ragazzi sono spaventati dal cambiare scuola, dal cambiare quelle pareti che li hanno accolti per tre lunghi anni con pareti nuove, magari di un colore diverso da quello rassicurante di sempre. Spesso i ragazzi hanno paura di cambiare compagni di classe, professori e sì, anche collaboratori scolastici. Insomma la scuola per uno studente è quasi una seconda casa, il posto in cui si passa tanto tempo e con le persone che più si amano e non si è mai sentito che qualcuno abbia trovato semplice lasciare la propria casa. Ma poi la paura passa sempre perché quelle pareti così sconosciute cominciano a diventare così confortanti. Quindi, buona fortuna ai prossimi liceali e fate la scelta giusta!

CONDIVIDI
Articolo precedentePICCOLE GRANDI MENTI
Prossimo articoloGIORNI DI PAUSA