Home ASL GLI STUDENTI SCOPRONO I TUMORI DI GENERE

GLI STUDENTI SCOPRONO I TUMORI DI GENERE

211
0

Gli studenti del Liceo Enrico Fermi partecipano al convegno sui  tumori di genere

Di C. Pondurno e G. Di Lorenzo

Quando si parla di tumori, ovvero delle  neoformazioni patologiche dovute alla proliferazione atipica  più o meno rapida di cellule, il sesso del paziente gioca un ruolo di fondamentale importanza: di fatto questo è determinante non solo nella risposta ai farmaci, ma  anche nello sviluppo della patologia stessa. Ed è proprio sul ramo dell’oncologia che si occupa delle relazioni tra tumori e sesso, conosciuta come oncologia di genere, che si è incentrato il seminario del 3 maggio tenutosi presso l’aula magna del Liceo Enrico Fermi di Aversa. Gli studenti che hanno avuto la possibilità di parteciparvi sono tutti quelli iscritti al terzo anno e frequentanti l’alternanza scuola-lavoro di Scienze della vita, in particolare sono stati coinvolti tutti i ragazzi delle classi 3°M, 3°D e 3°G del percorso “Progetto le marcomolecole” coordinato dalla docente di scienze naturali, la Prof.ssa Erika Di Zazzo. Il seminario è stato tenuto da docenti e ricercatori afferenti al Dipartimento di Medicina di Precisione dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, ognuno dei quali si è dedicato ad un aspetto diverso dell’oncologia di genere. Dopo un’introduzione della docente coordinatrice, sono intervenute le dott.sse  Marzia Di Donato, borsista della “Fondazione Umberto Veronesi” la quale ha trattato il tumore prostatico e Pia Giovannelli, ricercatrice dell’Università ospitata che ha parlato del tumore mammario ;  infine il Prof. Antonio Bilancio, docente di  patologia generale e immunologia che, attraverso l’ausilio di una presentazione multimediale, ha spiegato ai ragazzi i meccanismi che innescano i processi immunitari e l’insorgenza dei tumori. “Grazie a seminari di questo tipo è possibile aumentare la consapevolezza dei ragazzi su questi argomenti – dichiara soddisfatta la Prof.ssa  Erika Di Zazzo, che è stata la coordinatrice degli studenti iscritti a questo percorso di alternanza – che potranno essere portavoce per i loro coetanei e non solo.”. Ed è proprio la prevenzione la leva su cui bisogna agire: per prevenire il male è necessario in primis essere informati. Questo non è il primo e non sarà l’ultimo seminario dedicato a questo argomento.  La prevenzione, ovvero l’adozione di uno stile di vita corretto è la migliore arma per vincere il cancro ed è alla nostra portata ogni giorno: basterebbe  non fumare (o smettere al più presto!), seguire un’alimentazione equilibrata e salutare, praticare sport e, soprattutto, sottoporsi a controlli medici periodici.